Quali documenti servono per aprire un conto corrente aziendale?

Deborah Dal Mas
02.06.22
4 minuti di lettura

Hai un’attività e vuoi sapere cosa ti serve per aprire un conto corrente aziendale? Quali documenti preparare?

Nel momento in cui apri un’attività puoi aver bisogno del conto aziendale e spesso si crea confusione sui documenti necessari per aprirlo.

In questa guida troverai le risposte a tutte le domande sui documenti che ti servono per aprire un conto corrente aziendale - almeno nella maggior parte dei casi.

I conti aziendali possono risultare costosi o difficili da gestire, soprattutto nel caso di transazioni internazionali.

Proprio per questo motivo, nell’articolo che segue, troverai un’alternativa semplice ed economica: il conto Wise Business.

Scopri di più su Wise Business

Differenza tra conto privato e conto aziendale

Innanzitutto, prima di vedere le differenze tra conto corrente privato e aziendale, è importante sottolineare il fatto che il conto corrente aziendale è uno strumento quasi indispensabile per l’amministrazione del capitale, per ricevere denaro o per erogare pagamenti a fornitori, clienti e dipendenti.

Dopo questa premessa, vediamo le principali differenze tra il conto privato e il conto aziendale:

📍 Costi

Il costo di gestione per il conto corrente aziendale - ovvero il canone - è in media maggiore rispetto al conto privato. La ragione è dovuta al numero di transazioni elevato che un’azienda è solita effettuare rispetto alla singola persona.

Tuttavia, seppur il canone di mantenimento è maggiore, di solito le commissioni sulle transazioni internazionali sono incluse nel costo fisso, o comunque sono ridotte a poco.

📍 Carte di credito

Le carte di credito per i conti privati sono fornite con un costo aggiuntivo superiore alla media, rispetto al costo delle carte di credito per i conti correnti aziendali.

Le carte di credito sono molto più utilizzate da un’azienda, data la necessità di una maggiore liquidità.

Inoltre, in un conto privato si è soliti ricevere solo il bancomat per effettuare i pagamenti, mentre nei conti correnti aziendali alla base si trovano solitamente le carte di credito.

📍 Bonifici

I bonifici sono presenti in entrambi i conti correnti analizzati, con una differenza che è solita trovarsi nel costo delle operazioni.

Per un conto corrente privato si paga una commissione per ogni bonifico effettuato, mentre nel caso dei conti aziendali è più frequente trovare i bonifici illimitati - soprattutto all’estero - inclusi nel canone del conto.

Questo può essere un grande vantaggio per le aziende che effettuano numerose transazioni e non vogliono pagare per ogni singola operazione, aggiungendo così dei costi eccessivi.

Documenti necessari per aprire un conto corrente aziendale

Quali documenti servono per aprire un conto corrente aziendale?

Di seguito è presente un elenco con i documenti che di solito sono richiesti dagli istituti bancari per aprire un conto corrente aziendale:

  • Partita IVA rilasciata dall'Agenzia delle Entrate
  • Visura camerale e ragione sociale nel caso delle imprese
  • Documenti d'identità in corso di validità
  • Business e Financial Plan (dipende dal tipo d’impresa)
  • Dati aziendali e recapiti dei componenti rilevanti

È importante ricordare il fatto che i documenti richiesti per aprire un conto aziendale sono molto variabili in base al tipo di attività che l’imprenditore vuole sviluppare e all'istituto a cui si affida.

Documenti per aprire un conto corrente postale aziendale

Vorresti aprire un conto corrente postale aziendale? È possibile?

La risposta breve è sì, puoi aprire un conto aziendale con le poste.

Per avviare la procedura di apertura di un conto corrente postale è necessario recarsi sul sito online di poste.it e prenotare un appuntamento con un ufficio della zona.

La differenza principale tra il conto aziendale e il conto postale risiede nel fatto che i conti Bancoposta non aderiscono al Fondo Interbancario di Tutela del Depositi, dato che le Poste non sono banche.

Perchè aprire un conto aziendale?

Una prima ragione per la quale dovresti avere un conto aziendale se hai un’impresa è dovuta all’obbligo legale.

Se sei il titolare di un'azienda dovresti aprire un conto business, così da differenziare i flusso di cassa personale da quello aziendale.

Il conto corrente aziendale è di estrema utilità nella gestione e nell’amministrazione del capitale aziendale.

La gestione delle finanze è facilitata - potendo registrare fatture o svolgere gli adempimenti fiscali necessari.

Inoltre, un conto corrente aziendale riduce notevolmente i costi, spesso grazie al canone fisso che permette una prevedibilità maggiore rispetto alle commissioni sulle singole transazioni - accumulabili in modo spropositato nel caso di conti privati utilizzati da un’azienda.

Che documenti servono per aprire un conto business all’estero?

Oltre ai conti correnti aziendali in Italia, potresti valutare la possibilità di aprire un conto business direttamente all’estero.

I documenti sempre richiesti, in questo caso, sono simili al conto corrente aziendale visto in precedenza. Ci sono alcune accortezze come lo storico (CV) dei soci fondatori e una certificazione di residenza fiscale se necessaria.

Tuttavia, ogni paese ha certi requisiti che possono aumentare (o talvolta diminuire) il numero di documenti necessari per aprire il conto.

🔎 Per darti un’idea abbiamo cercato due eccezioni di paesi - che richiedono da una parte meno documenti e dall’altra la complessità aumenta.

1. Svizzera
Nel caso della Svizzera, un paese innovativo e sicuro, è necessario fornire diversi documenti aggiuntivi rispetto a quelli visti in precedenza per un “normale” conto corrente aziendale.

Per esempio, è importante dimostrare: l’origine dei fondi con una documentazione appropriata; il lavoro che titolari e dipendenti svolgono con le eventuali fonti di reddito; le operazioni bancarie ricorrenti.¹

2. Inghilterra
Nonostante l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea – la Brexit – le banche inglesi continuano a fornire ottimi servizi fintech, facilitando l’apertura di conti aziendali dall’estero senza una complessa documentazione richiesta.

La tua azienda ha rapporti con l’estero? Wise business può aiutarti a risparmiare

Hai una piccola o media impresa con rapporti commerciali all’estero?

Se la risposta è affermativa dovresti prestare attenzione ai costi di gestione del tuo flusso di cassa - così da non impattare sulle finanze necessarie all’attività.

conto-multivaluta-business

Come puoi risparmiare in modo semplice e flessibile?

Una soluzione che può aiutarti in questo è Wise Business, il conto multivaluta ideato per le piccole e medie imprese che vogliono risparmiare sulle transazioni internazionali.

Ecco alcuni vantaggi del conto Wise Business:

  • Risparmia sui bonifici esteri fino a 6 volte rispetto alle banche tradizionali e 19 volte in confronto a PayPal, grazie al tasso di cambio reale
  • Ottieni una carta di debito Mastercard internazionale
  • Detieni oltre 50 valute differenti sul conto multivaluta, inviando denaro nella divisa che utilizzano i tuoi clienti o fornitori esteri
  • Connetti Wise Business a Quickbooks, in questo modo puoi registrare le fatture e gestire il tuo flusso di cassa in modo semplice.
  • Eroga pagamenti fino a 1000 persone con un solo click grazie ai gruppi di pagamenti

Quanto costa un conto corrente bancario business?

I prezzi per aprire e gestire un conto corrente aziendale variano molto in base all’istituto che eroga il servizio e al tipo di funzionalità utilizzata.

Dopo un’attenta ricerca abbiamo trovato che il canone mensile medio per un conto corrente aziendale, rivolto a piccole imprese, è di circa € 20.

Il costo può lievitare nel caso di grandi imprese o aziende con necessità diverse.

Inoltre, rispetto ai conti privati potrebbe essere necessario mantenere un minimo saldo giornaliero (giacenza), così da non incorrere in costi aggiuntivi.²

Apri un conto Wise Business e inzia a risparmiare

💰 Non hai un’azienda che svolge attività all’estero ma vuoi comunque risparmiare sui tuoi viaggi personali all’estero? Wise può aiutarti, scopri cos'è e come funziona.

Dati aggiornati al 31 maggio 2022:

  1. Conto corrente aziendale in Svizzera
  2. Costo conto corrente aziendale

Questa pubblicazione è unicamente fornita a scopo illustrativo e non intesa a ricoprire ogni aspetto dell'argomento trattato. Non è da considerarsi come fonte di consigli su cui fare affidamento. Chiedi consiglio a un professionista o specialista prima di effettuare, o meno, scelte sulla scorta del contenuto di questa pubblicazione. Le informazioni qui fornite non costituiscono consulenza legale, fiscale o suggerimento professionale alcuno da parte di Wise o affiliati. I risultati ottenuti in precedenza non garantiscono un esito simile. Non rilasciamo espressamente o implicitamente alcuna garanzia o dichiarazione circa la accuratezza, completezza o affidabilità del contenuto di questa pubblicazione.

Wise è il nuovo modo intelligente per inviare denaro all'estero.

Scopri di più

Suggerimenti, notizie e aggiornamenti per la tua posizione